– E’ IL MAGGIOR CONTRATTO DI COSTRUZIONI APPALTATO DA ITALFERR NEL 2011
– GRUPPO TOTO: STRATEGIE DI DIVERSIFICAZIONE, CREDIBILITÀ SUI MERCATI FINANZIARI

(Chieti, 16 aprile 2012) – Con un’offerta di oltre 338 milioni di euro ed un ribasso del 20,5 %, TOTO ha battuto la concorrenza di altri otto competitor e si è aggiudicata la gara per il raddoppio della tratta ferroviaria “Cefalu’ – Castelbuono” (Sicilia), indetta lo scorso 15 settembre da ITALFERR, la società d’ingegneria del Gruppo Ferrovie dello Stato. Si tratta del maggior appalto bandito dal cliente nel corso del 2011.Il contratto prevede le attività di progettazione esecutiva e di costruzione dei 12,3 km della tratta ferroviaria Cefalù (Ogliastrillo) – Castelbuono, lungo la direttrice Palermo – Messina, ed è parte integrante del programma di ammodernamento e sviluppo delle infrastrutture ferroviarie italiane.

TOTO è in joint venture con Italiana Costruzioni S.p.A., Armafer S.r.l., E.S.I.M. S.r.l. e Alpitel S.p.a. I lavori, della durata prevista di 72 mesi, avranno inizio dopo i 6 mesi riservati alla progettazione esecutiva, affidata alla Lombardi S.p.A., anch’essa riunita in J.V. con Compact Trasporti S.r.l. e ad ATP S.p.a.

La TOTO S.p.A. sarà impegnata nella realizzazione di tre gallerie, che interessano la quasi totalità della nuova tratta ferroviaria:

– la prima, denominata “Cefalù”, di 6.700 metri a doppio fornice, verrà realizzata con la tecnologia dello scavo meccanizzato, impiegando due TBM (Tunnel Boring Machine) del diametro di 9,90 metri ognuna.
– la seconda, denominata “S. Ambrogio”, di 4.300 metri, realizzata con la tecnica di scavo tradizionale.
– la terza, chiamata “Malpertugio”, di 135 metri, anch’essa in tradizionale.

TOTO S.p.A. metterà a frutto ancora una volta la propria esperienza nelle settore dello scavo meccanizzato, confermandosi azienda leader nell’attività di tunnelling. La TOTO, infatti, dopo aver utilizzato la TBM “Tecla” per la galleria realizzata sotto l’abitato di Martignano a Trento, è attualmente impegnata con “Martina”, la TBM più grande al mondo con i suoi 15,62 m di diametro, nei lavori di costruzione della Galleria Sparvo, sulla Variante di Valico dell’Autostrada A1, tratta “La Quercia – Badia Nuova”.

La TOTO è oggi tra le prime imprese di costruzioni del Paese, con un ruolo di primo piano sul mercato nazionale. Da oltre quaranta anni TOTO progetta e costruisce strade, autostrade, ferrovie, grandi impianti per la produzione di energie rinnovabili e tutto ciò che contribuisce alla crescita ed al miglioramento infrastrutturale di Paesi, territori, comunità e persone.

Ai propri clienti, TOTO assicura qualità, professionalità e know-how tecnologico, uniti ad una continuità gestionale che garantisce massimo livello di eccellenza, rispetto dei tempi ed ottimizzazione dei costi di realizzazione delle opere.

TOTO S.p.A. Costruzioni Generali ha da tempo intrapreso un percorso di sviluppo industriale che l’ha portata ad evolversi dal ruolo di semplice contractor a quello di EPC contractor, per la realizzazione “chiavi in mano” di opere complesse, anche in regime di concessione.

TOTO S.p.A. ha chiuso l’esercizio 2011 con un valore della produzione annuo di circa 235 milioni di Euro. Il portafoglio ordini, ad oggi è pari ad oltre 1,2 miliardi di Euro. Nel corso del 2011 il Gruppo TOTO ha raddoppiato il fatturato, raggiungendo circa 430 milioni di Euro a livello consolidato.

Quello delle grandi costruzioni non è più l’unico settore in cui è attivo il Gruppo TOTO. Dopo l’uscita dai servizi di trasporto aereo di linea e la fusione di AirOne con Alitalia, infatti, TOTO ha impresso un’accelerazione al processo di diversificazione del suo Gruppo, avendo come trait d’union la realizzazione e la gestione di sistemi infrastrutturali, particolarmente nel settore dei trasporti.

Nel 2011 è stato portato a termine il processo di riorganizzazione societario e varata la nuova struttura del Gruppo, con la creazione di una Holding che controlla le società operative nei diversi settori di business del Gruppo: concessioni, costruzioni, engineering, rinnovabili, aviation, trasporto ferroviario.

In tale ottica, perseguendo il proprio disegno strategico, lo scorso anno si è perfezionata l’acquisizione da Atlantia del 98% di Strada dei Parchi (Autostrade A24-A25), per un controvalore di 89 milioni (con opzione per il restante 2%), nonché avviato un piano di massicci investimenti. Il piano è strutturato con un project financing da 570,5 milioni di Euro, premiato a Londra come “Deal of the Year”.

Sempre nel 2011, a Eboli, TOTO S.p.A. ha realizzato e messo in funzione il terzo parco fotovoltaico italiano (41 ettari di estensione, potenza nominale da 24 MW e capacità produttiva di 33mila MWh annui), in concessione dal Comune di Salerno per 20 anni: si tratta del più grande progetto in PPP (“partenariato-pubblico-privato”) a livello europeo nel settore fotovoltaico, anch’esso premiato, con il “Green Award 2011”. Ulteriori progetti sono poi in avviamento nell’eolico e in altre tecnologie per la produzione di energia rinnovabile.

Nei prossimi anni le attività del Gruppo TOTO, oltre che consolidarsi in Italia, affronteranno anche un percorso di internazionalizzazione, orientandosi verso quei nuovi mercati esteri che offrono maggiori opportunità di sviluppo, grazie alla disponibilità di risorse e alla necessità di colmare il loro gap infrastrutturale.