Toto Holding

COSTRUZIONI

Fondata negli anni ’60, rappresenta il nucleo originario del Gruppo Toto. E’ oggi in Italia tra le più dinamiche società costruzioni infrastrutturali complesse, sia di trasporto stradale che ferroviario. Il suo collaudato patrimonio di professionalità ed il bagaglio di esperienze sul campo ne fanno il motore del Gruppo, pronto a mettere la sua efficienza ed efficacia esecutiva anche al servizio delle altre società Toto, dai lavori di manutenzione e ammodernamento della concessionaria autostradale Strada dei Parchi alla realizzazione d’impianti per le energie rinnovabili di Renexia. La costante tensione all’innovazione tecnologica e l’affidabilità nell’esecuzione dei progetti hanno scandito la storia e spiegano il successo di oggi della Toto come general contractor. La specializzazione nella realizzazione di gallerie, anche con l’impiego di avanzate tecnologie di scavo meccanizzato, e nella costruzione di viadotti con innovative tecniche d’ingegneria, hanno reso Toto Costruzioni Generali una presenza particolarmente attiva nel potenziamento della rete infrastrutturale del nostro Paese. Un’impresa dinamica che oggi si affaccia anche sul mercato internazionale, impegnata in prima linea su progetti complessi, ovunque le sfide del territorio richiedano una specializzazione globale nello sviluppo e nell’applicazione di soluzioni tecniche d’avanguardia.

La società lavora per conto di committenti pubblici e privati, quali: ANAS, Società Autostrade per l’Italia Spa, Ferrovie dello Stato Spa, GDDKia, Enti locali. Alla solida presenza su tutto il territorio nazionale, negli ultimi venti anni Toto affianca una crescente presenza internazionale, con importanti lavori eseguiti in Medio Oriente e in Europa Orientale. Alla luce di questa strategia, Toto ha recentemente aperto propri uffici a Dubai, a Varsavia e a Praga.

Il  know how dell’azienda, espresso dalla professionalità dei tecnici, dalla continua attività di ricerca e sviluppo e dall’impiego di metodologie costruttive d’avanguardia, fa oggi di Toto Costruzioni Generali un General Contractor in grado di soddisfare ogni esigenza dei suoi clienti, nel rispetto dei tempi, con un elevato standard qualitativo e con un distintivo approccio problem solving.

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE, CONTROLLO E ANTICORRUZIONE
World record TBM Martina
Play Video

Qualità delle opere, salvaguardia dell’ambiente, sicurezza dei lavoratori. Sono questi i valori che da sempre Toto Costruzioni Generali persegue e che stanno alla base dell’attività del Gruppo in tutte le sue aree d’azione. Per promuovere una politica di qualità, ambiente e sicurezza ancora più efficace, l’azienda ha sviluppato un Modello Unico Integrato che riassume in uno stesso testo le procedure previste dalle norme UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001 e OHSAS 18001. Un manuale ritagliato su misura per l’azienda, visto che è stato redatto da una squadra di esperti interni, che in 10 mesi hanno raccolto le esperienze di tutti i cantieri Toto per stilare una serie di procedure che rispondano alle reali esigenze dei lavori.

Per migliorare la qualità di prodotti e servizi e la tutela dell’ambiente, per prevenire l’inquinamento e garantire la sicurezza dei lavoratori, Toto Costruzioni Generali opera in linea con i seguenti principi:

  • Pieno rispetto delle normative vigenti a livello comunitario, nazionale e locale
  • Prevenzione dell’inquinamento e riduzione al minimo dell’impatto ambientale
  • Sistema di gestione della sicurezza e della salute per eliminare o minimizzare i rischi per i dipendenti e per altre parti interessate
  • Sistema di gestione ambientale per eliminare, ridurre o tenere sotto controllo il possibile impatto ambientale negativo, rispettare le prescrizioni di legge e altre eventuali prescrizioni che l’azienda sottoscrive
  • Attenzione a qualità, sicurezza e ambiente estesa anche ai lavoratori delle ditte affidatarie e subappaltatrici che operano nei cantieri Toto
  • Uso di processi, tecnologie e materiali che consentano di ridurre il consumo delle risorse naturali
  • Riduzione al minimo delle possibilità di sversamento o spandimento accidentale sul suolo di sostanze pericolose
  • Ripristino delle aree di cantiere a fine lavori, in modo da riqualificare il territorio e lasciare l’ambiente il più vicino possibile alle condizioni iniziali
  • Coinvolgimento e motivazione di tutto il personale, attraverso operazioni di informazione e formazione, sulle tematiche di qualità e sicurezza nei cantieri e sugli aspetti ambientali
  • Coinvolgimento di fornitori, affidatari e subappaltatori nella condivisione della propria politica su qualità, sicurezza e ambiente
  • Verifiche, ispezioni e audit interne realizzate periodicamente per verificare la corretta applicazione del sistema integrato e prevenire eventuali situazioni di non conformità
  • Elaborazione di piani di emergenza ambientali e di sicurezza, con le misure di prevenzione degli incidenti e le procedure d’emergenza per contenerne gli effetti

Toto si impegna inoltre, attraverso il dialogo costante con i collaboratori e le parti interessate, a riesaminare periodicamente la validità del Modello Unico Integrato per mantenerlo sempre aderente allo spirito aziendale.

Riconoscimenti

Il 26 novembre 2013 a Londra, nel corso di una solenne cerimonia presso il Grosvenor House Hotel, Toto Costruzioni Generali ha ricevuto il titolo di Contractor of the Year degli International Tunnelling Awards. Una giuria internazionale di esperti, selezionata dalla storica rivista New Civil Engineer e dall’International Tunnelling and Underground Space Association  (ITA-AITES) , ha definito esemplare il ruolo svolto da Toto come general contractor nella ricerca di soluzioni innovative, nella gestione dei rischi e nel coinvolgimento degli stakeholder per lo scavo meccanizzato della Galleria Sparvo, sulla Variante di Valico dell’autostrada A1.  Durante la cerimonia, la stessa Galleria Sparvo è stata premiata come Project of the Year.

“The use of innovative solutions, attention to detail around planning and risk management, and the engagement of staff and stakeholders makes this an exemplar of how to deliver a complex tunnelling project”

Mark Hansford, New Civil Engineer